martedì, 23 dicembre 6℃


Via della Grande Muraglia: l’idea di metterla in sicurezza nasce da lontano

Una risoluzione municipale, votata all'unanimità, potrebbe risolvere i problemi di sicurezza in via della Grande Muraglia. Ma è ferma nei cassetti del Municipio XII da oltre quattro anni

Fabio Grilli 31 maggio 2012
2

La messa in sicurezza di via della Grande Muraglia, la strada che percorrendo interamente il Torrino, lo congiunge all’EUR, è un tema entrato da anni presente nell’agenda dell’amministrazione municipale.

La risoluzione n. 12/08. Nel 2008, l’allora Presidente della Commissione Lavori Pubblici e Viabilità, Francesco De Noia (PD) presentò una risoluzione, ascoltati i pareri dei Vigili Urbani competenti (UITSS) e dell’Ufficio Tecnico (UOT),  per risolvere la questione della sicurezza stradale nella strada in oggetto. In quella sede, si impegnava l’allora Presidente del Municipio Patrizia Prestipino, ad intraprendere una serie di iniziative, e tra queste la realizzazione, su via della Grande Muraglia, di due impianti semaforici a chiamata pedonale, , il primo in corrispondenza dell’incrocio tra via Lione e via Rotterdam, l’altro all’altezza dei civici 243-228.

Risoluzione mai implementata. Quest’iniziativa, come altre che prevedevano la “disistallazione della segnaletica stradale di indicazione o pubblicitaria, in disuso o impropria” – cosa che non si è provveduto a fare – sottolinea Francesco De Noia,  non ebbe seguito. Perché, sebbene fosse stata votata all’unanimità, precedette di pochi giorni lo scioglimento della Consiliatura, a causa della candidatura di Walter Veltroni alle elezioni politiche del 2008.

Respinta richiesta residenti. Come già ricordato,  il VII Dipartimento di Roma Capitale, che ha competenza su Mobilità e Trasporti, alcuni giorni fa ha respinto la richiesta dei residenti e di parte dell’attuale amministrazione, di mettere in sicurezza via della Grande Muraglia, attraverso il posizionamento di un nuovo semaforo.  E questo a causa della presenza della rotatoria stessa, a ridosso della quale si voleva metterlo, che “a suo tempo fu realizzata al fine di evitare la semaforizzazione delle intersezioni stradali” si legge nella comunicazione rilasciata dal VII Dipartimento.

La risoluzione rimasta nei cassetti. A conti fatti, dunque, la soluzione è ancora a portata di mano. E consisterebbe nell’implementare la risoluzione, “già approvata dal Consiglio Municipale e tutt’ora valida, sebbene sia  stata dimenticata in qualche cassetto” ironizza De Noia. A questo punto, se l’amministrazione avrà interesse a renderla operativa, sarà solo necessario che un qualunque Consigliere, di maggioranza o  di opposizione, la rispolveri da questi cassetti. Potrebbe valerne la pena.
 

Annuncio promozionale

Francesco De Noia
Torrino
sicurezza stradale

2 Commenti

Feed
  • Avatar di massimo cimini

    massimo cimini L'atto di consiglio è solo un atto politico e non si è mai lavorato poi per vagliare la fattibilità tecnica o la copertura economica del progetto. Adesso si deve lavorare per la messa in sicurezza alternativa della viabilità del quartiere nel rispetto di quanto fatto in coll.ne con residenti, cdq e comm.nti .. Saluti!

    l' 1 giugno del 2012
  • Avatar anonimo di Paolo Di Giulio

    Paolo Di Giulio Ben vengano i commenti, atteniamoci pero' da vicino a quello che e' successo solo pochi giorni fa' nello specifico Per fare luce informando sui contenuti i cittadini, parlando di soluzioni concrete raggiunte, Sig.Grilli perche' non pubblica: 1) lettera del Dip.to 7 Mobilita' 2) verbale del sopralluogo Li' ci sono senza altre giri di parole, le verita' degli ultimi avvenimenti con il colossale equivoco del diniego espresso dal Dip.to 7 a firma Ing.A.Fraschetti pur dichiarando che la strada e' competenza municipale e rinviando le istanze dei cittadini al MunicipioXII La soluzione c'e' si vada oltre l' equivoco cari signori, basta parole dateci piu' sicurezza e tutela sugli attraversamenti pedonali come i cittadini (da anni) stanno chiedendo.

    il 31 maggio del 2012