Eur Today

Vitinia, cade un altro albero. Protestano i residenti: "Stavolta lo lasciamo lì"

Peggiorano le condizioni degli alberi presenti a Vitinia. In via Sarsina ne è caduto un altro, schiantandosi su una panchina. Pericolini (CdQ): "Sono quasi tutti secchi"

Il paradosso che vivono i residenti di Vitinia è sempre più evidente. Il quartiere sorge sulle colline del Risaro. Ai sui piedi si sviluppano ben due riserve naturali. Eppure, nonostante questa abbondanza di verde, Vitinia è priva di giardini pubblici. A peggiorare il quadro, contribuisce lo stato in cui versano i suoi alberi. Da troppo tempo non se ne effettua la manutenzione. E gli effetti non tardano a farsi sentire.

L'ULTIMO EPISODIO - “Lunedì sera, intorno alle diciotto, si è schiantato un altro albero in via Sarsina – osserva il Presidente del Comitato di Quartiere Mario Pericolini – è il secondo nel giro di un mese.  Peraltro molti di quelli presenti vicino all’area giochi sono secchi. Abbiamo pensato di colorarli ed in vista delle feste proveremo anche a sistemarvi degli addobbi natalizi” annuncia Pericolini, dimostrando l’attaccamento dei residenti alle proprie essenza arboree-

L'INIZIATIVA DEI RESIDENTI - “Questa volta però lo lasciamo al suo posto – anticipa il Presidente del CdQ –il mese scorso siamo stati noi a tagliare e rimuovere quello che era caduto. In realtà l’abbiamo segato ed abbiamo aspettato, o meglio sperato, che qualcuno intervenisse per toglierlo da lì. Ma visto che così non è stato, ci siamo attivati noi del Comitato, perché creava intralcio sul marciapiede. Lo abbiamo caricato e trasportato nell'isola ecologica ”. I due esemplari però, non sono gli unici a rischiare di finire in questo modo.

DECORO E SICUREZZA - Nel mese di ottobre in via Cupparo,  dove il Comitato di Quartiere  chiede sia realizzata la prima area verde pubblica di Vitinia, alcuni alberi sono stati transennati. “Pericolo di caduta rami” si leggeva nell’avviso, apposto dai residenti stessi. “Nel pomeriggio di martedì 22 abbiamo incontrato il Municipio e gli abbiamo ribadito – conclude Pericolini – che sicurezza e decoro restano per noi un binomio imprescindibile”. In altre parole, occorre intervenire con un'adeguata manutenzione. Prima possibile.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Ostiense

      Municipio VIII, Pace saluta il M5s: "Innovazione bloccata dal fanatismo ortodosso"

    • Politica

      Manutenzione verde e alberature: dall'Europa arrivano 12 milioni e mezzo di euro

    • Cronaca

      Castel San Pietro Romano, per strada cadavere colpito da proiettili: si indaga per omicidio

    • Cronaca

      Da Piazza San Pietro al Concertone: tutte le misure di sicurezza

    I più letti della settimana

    • Colombo, il sottopasso Malafede si avvicina: la partenza del cantiere nel 2018

    • Eur, il laghetto che doveva essere balneabile tra alghe e discoteche: il decoro dov'è?

    • Colombo a 30 e 50 km/h, una petizione per annullare i limiti. "Strada non sicura"

    • Ubriaco insulta passeggeri e aggredisce carabiniere sullo 04, arrestato

    • Colombo a cinquanta all'ora: "I limiti dobbiamo considerarli definitivi?"

    • Cristoforo Colombo, alberi sulla carreggiata: chiusa la corsia laterale

    Torna su
    RomaToday è in caricamento