EurToday

Vitinia: biglietteria chiusa, impossibile accedere ai trasporti

La biglietteria chiusa, le scale mobili e gli ascensori spesso disattivati, compromettono il servizio di trasporto della stazione di Vitinia

Il tema di certo non è nuovo. Ma proprio per questo, rischia di divenire ancora più gravoso tornare a raccontarlo.

Che ci siano dei disagi, vissuti quotidianamente dagli utenti del trenino Roma Lido, sembra qualcosa cui, inevitabilmente, doversi rassegnare. Ma quello che oggi ci racconta Alessio Stazi, coordinatore di SEL nel Municipio XII e regolare fruitore della stazione di Vitinia, risulta difficile da commentare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Impossibile acquistare un biglietto. “In questo momento presso la stazione di Vitinia è impossibile acquistare il titolo di viaggio per salire sul trenino Roma-lido – fa sapere Stazi, nel tardo pomeriggio di lunedì 6 agosto  - Tutti gli utenti che da questa mattina hanno avuto necessita di viaggiare, senza aver acquistato il titolo precedentemente, si sono trovati di fronte alla biglietteria chiusa, alla macchina automatica guasta e al giornalaio e tabaccaio di zona chiusi per ferie. Quindi nella totale impossibilita di munirsi del bit o alto titolo”. Una denuncia sconfortante, che si assomma a disagi frequentemente subiti, e da noi già segnalati.

Odiose barriere per anziani e disabili. “Cosa dobbiamo pensare che anche i servizi pubblici chiudono per le ferie estive? – si interroga ironicamente il coordinatore di SEL - Per non parlare poi dei servizi interni come le scale mobili e gli ascensori attivi solo nelle ore di apertura della biglietteria e quindi non funzionanti per la maggior parte delle ore di durata del servizio. Determinando così l'inaccessibilità della stazione per disabili e portatori di handicap”.

A rischio il servizio di trasporto pubblico. “Un bene pubblico come una stazione è rimesso alla sola e lodevole presenza di una guardia giurata le cui mansioni esulano dall'affrontare tutti i disagi elencati – fa notare Stazi, prima di riconoscere che - Anche oggi,  per molti cittadini, non è rimasto che viaggiare sprovvisti di biglietto o tornarsene a casa.  Quella di Vitinia è di fatto una stazione abbandonata che si trova in uno stato non più accettabile, sconfinante il più delle volte nella vera e propria compromissione del servizio”.

 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso Comune di Roma, pubblicati i bandi: 1512 i posti a disposizione, tutte le informazioni

  • Incendio a Roma Nord, fiamme in un autodemolitore: alta colonna di fumo nero

  • Coronavirus, a Roma 12 nuovi casi: sono 38 in totale nel Lazio. I dati Asl del 10 agosto

  • In fila alle Poste mostra i genitali all'impiegata: "Ora ti faccio vedere io il documento"

  • Il padre provava a venderlo in spiaggia, la mamma lo porta via dall'ospedale senza autorizzazione

  • Coronavirus: a Roma 31 nuovi casi, altri sette nel resto della regione Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento