EurToday

Spinaceto, i cinghiali hanno preso la residenza: passeggiano anche in pieno giorno

Sempre più frequenti gli avvistamenti degli ungulati tra le strade di Spinaceto. Ormai circolano in pieno giorno, incuranti della presenza dell'uomo

L’ultimo filmato è stato registrato nella mattinata di giovedì 25 giugno. Una residente, percorrendo in auto via Ettore Arena, si è infatti imbattuta in due giovani esemplari.

L'ultima segnalazione

A Spinaceto sono diventati sempre più frequenti, gli avvistamenti, che vengono effettuati in pieno giorno. Sono almeno due i branchi che attraversano il quartiere. Le riprese realizzate, intorno alle 8.30 di mattina, mostrano una coppia di cinghiali di notevoli dimensioni. Percorrono la strada interna che conduce dal cosiddetto IV Lotto, uno dei primi ad essere realizzati nel Piano di zona, in un giardinetto del quartiere.

I cinghiali di Roma Sud

La presenza di ungulati, a Spinaceto, è ormai consolidata. Le prime segnalazioni di cinghiali risale al 2017. Si tratta di esemplari appartenenti alla specie maremmana (Sus scrofa majori), dunque sono animali più piccoli e meno prolifici dei cinghiali, introdotti per scopi venatori dell’Est Europa, che si aggirano a Roma Nord. Sono comunque esemplari, anche i maremmani, che pesano come un uomo ed infatti, le loro dimensioni, incutono rispetto. Ed anche un po’ di timore, soprattutto tra i proprietari dei cani.

Una convivenza problematica

La presenza di ungulati nella zona sta alimentando un sentimento contrapposto. Sui social di quartiere, però, prevale l’apprensione di chi li percepisce come una minaccia. D’altra parte, in passato, si sono verificate delle cariche, rivolte soprattutto all’indirizzo dei cani, di cui hanno pagato le spese anche i loro proprietari.

Il contenimento dei cinghiali

Il numero di cinghiali che si aggirano in contesto urbano e periurbano, nel corso degli ultimi anni, è stato in costante aumento. Coldiretti ha spesso ricordato quali sono i danni prodotti al settore agricolo. Ma anche chi vive in città ha dovuto farne i conti. Ad oggi però, al di là piano di contenimento che nelle riserve naturali si traduce nel ricorso alle gabbie, non è chiaro cosa voglia fare l’amministrazione cittadina. 

Le soluzioni sul tavolo

L’idea di ricorrere a delle oasi in cui trasferirli, si scontra infatti con l’assenza di aree deputate a questo scopo. Ed anche il proposito di ricorrere all’immuno contraccezione, recentemente discussa nella commissione Ambiente di Roma capitale, non è chiaro come dovrebbe essere approntata. Nel frattempo i cinghiali continuano a circolare liberamente per le strade. Un posto che, per loro, è diventato anche più sicuro delle aree verdi dove, paradossalmente, potrebbero venire più facilmente catturati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Conosce anziana in treno e la violenta nel vagone, arrestato 28enne

  • Case Ater all’asta: da Garbatella a Trionfale 18 immobili finiscono sul mercato

  • Concorso Comune di Roma, pubblicati i bandi: 1512 i posti a disposizione, tutte le informazioni

  • Coronavirus, a Roma nove nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 6 agosto

  • Meteo Roma e Lazio, allerta maltempo da oggi e per le prossime 24 ore

  • Incendio a Roma Nord, fiamme in un autodemolitore: alta colonna di fumo nero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento